Quanto è importante il coinvolgimento sui social media per un’azienda?

Scritto da Elisabetta Alcamo

Novembre 23, 2020

A chi non piace andare sui social? In questi ultimi anni, il coinvolgimento crescente degli utenti su questi canali ha portato numerose aziende a tenere sempre di più in considerazione i vantaggi offerti da questo tipo di interazione online. E questo perché siamo davvero in tantissimi a trascorrere parte della nostra giornata, chi più (ore) chi meno (minuti), davanti allo schermo del nostro smartphone, sbirciando, commentando e condividendo qua e là i contenuti che ci offrono prontamente i feed di Facebook e Instagram.

Ovviamente, sappiamo bene che è sempre possibile parlare al proprio pubblico attraverso i media tradizionali, magari acquistando pubblicità radiofoniche e televisive, oppure esponendole in giro su cartelloni o stampandole sui volantini. Ma non solo. Esistono anche altri modi per ottenere l’attenzione che meritiamo.

I social network hanno rivoluzionato il modo in cui le aziende oggi possono comunicare con i loro clienti, offrendo uno strumento di aggregazione incredibile, grazie al quale ogni brand può coinvolgere il proprio pubblico con contenuti sempre nuovi, accattivanti e alla portata di tutti. Più sarà alto l’interesse per te e per ciò che hai da offrire, e più crescerà il numero di follower sulle tue pagine social. Ma questi contenuti, per essere davvero coinvolgenti e in grado di attirare un pubblico di potenziali clienti, come devono essere? Cosa dobbiamo tenere in considerazione per la loro creazione?

Che cos’è l’engagement? E come si misura?

Prima di rispondere a queste domande, facciamo un passo indietro e cerchiamo di chiarire il significato di engagement, che in italiano possiamo tradurre con il termine “coinvolgimento”.

L’obiettivo della Customer (o consumer) engagement è la creazione di una relazione, una connessione profonda tra ciascun brand ed i propri clienti, in grado di orientare nel tempo le azioni e le diverse forme di partecipazione di questi ultimi. Un’operazione per nulla semplice, altroché. Per instaurare un legame così forte, infatti, bisogna letteralmente catturare l’attenzione del proprio pubblico e mantenerla alta con proposte sempre interessanti e coinvolgenti.

Nel caso specifico del social media engagement, ovvero questo particolare coinvolgimento generato sui social media, possiamo senz’altro affermare che più i nostri contenuti sono d’impatto e più riusciranno a suscitare una reazione da parte degli utenti: che sia un like, un commento, una condivisione sui social; oppure, ancora, un’azione significativa come la visita sul nostro sito web, un’aggiunta al carrello di un prodotto, un click sul pulsante di acquisto. Qualunque sia la natura di questa interazione, il risultato sarà la creazione di una relazione significativa tra ciascun brand e il proprio seguito di utenti e potenziali clienti.

 

I vantaggi del coinvolgimento sui canali social

Una volta chiarito il concetto di social media engagement, in quanto misura dell’efficacia di questa interazione e connessione con i propri clienti, passiamo ai vantaggi che ciascuna azienda può ottenere dall’investimento su questo particolare tipo di coinvolgimento generato e coltivato sulle piattaforme social.

Secondo voi, un messaggio pubblicitario ha più visibilità se viene stampato e distribuito su un volantino, esposto su un cartellone per strada oppure se viene condiviso su Facebook? Rispetto alle attività promozionali tradizionali, la scelta di una strategia di coinvolgimento, studiata e ben pianificata sui social media, può consentire al tuo brand di raggiungere un numero maggiore di utenti e generare un interesse tale da portarli a condividere, commentare, re-twittare il tuo messaggio, diffondendolo a centinaia, migliaia di persone interconnesse sui social.

Che tu abbia un sito web vetrina o un e-commerce di prodotti/servizi da promuovere, non credi che queste piattaforme siano davvero degli ottimi strumenti per migliorare la visibilità del tuo brand e aumentarne la notorietà? Se a questi vantaggi aggiungi anche la possibilità di aumentare il traffico dai social al tuo sito web, grazie alla condivisione di contenuti pubblicati sul blog aziendale, puoi stare certo di essere davvero sulla strada giusta per accrescere il tuo business online e offline.

Ovviamente, tutto questo sempre a patto che tale strategia di coinvolgimento e condivisione sui social sia arricchita di contenuti davvero interessanti, in cui il pubblico possa rispecchiarsi e rintracciare i propri valori. Perché il vero obiettivo di questa relazione avviata sul web, che parte da un primo contatto tra brand e utente, per essere poi approfondita nel tempo con un coinvolgimento attivo e costante, è proprio la fidelizzazione: più un brand è in grado di catturare l’attenzione dei suoi potenziali clienti, più riuscirà a coinvolgerli e spingerli a interagire con i suoi contenuti, fino a conquistarne la piena fiducia. Chi riesce in questa impresa, avrà dalla sua un seguito di utenti fidelizzati e affezionati, sempre pronti ad interagire e fornire i loro preziosi feedback, mostrandosi sul web come veri e propri ambasciatori del tuo brand.

Non sai come coinvolgere il tuo pubblico? Affidati ad un professionista dei social media!

Ma torniamo ai quesiti che ci siamo posti all’inizio: quali sono i contenuti giusti da condividere? Come possiamo creare qualcosa di davvero coinvolgente e ingaggiante per il nostro pubblico?

Tutti sanno pubblicare un post su Facebook o Instagram, scegliendo immagini o video da condividere e abbinando a questi un po’ di testo e qualche hashtag a caso. Ma è davvero sufficiente per sfruttare tutte le preziose potenzialità messe a disposizione dai social media? Basta soltanto questo per trattare i canali social come vere e proprie risorse al servizio del nostro brand? La risposta è (ovviamente) no.

Se vogliamo approfittare dei vantaggi e delle opportunità offerte dalla corretta gestione dei canali social, non possiamo far altro che affidarci ad un vero professionista: il Social Media Manager. Figura per alcuni ancora poco chiara e non sempre ben definita, il Social media manager di professione non si limita di certo alla semplice pubblicazione di qualche post ogni tanto, ma presta particolare attenzione ad una serie di azioni e dettagli in più, per nulla trascurabili.

Dalla definizione degli obiettivi e del target, alla progettazione di un piano e di un calendario editoriale studiato appositamente per fidelizzare il tuo pubblico con contenuti ottimizzati, efficaci e, ovviamente, coinvolgenti. E, ancora, dalla progettazione e gestione delle campagne di Social Media Advertising, all’analisi costante dei risultati ottenuti; dati, questi ultimi, fondamentali per rimodulare le strategie, anche in corsa, e garantire il raggiungimento degli obiettivi.

Queste sono in sintesi alcune delle principali attività svolte dal Social Media Manager, ovvero quel professionista di cui non puoi fare a meno per la creazione di contenuti coinvolgenti e la gestione completa dei tuoi canali social.

Se pensi di aver bisogno del supporto di una figura professionale come questa, possiamo aiutarti a chiarire ogni dubbio, partendo dalla definizione della content strategy più indicata per te e per il tuo pubblico. Studieremo una strategia di gestione dei canali social efficace e coinvolgente per farti ottenere molto più che un semplice like: una community di utenti fidelizzata e pronta a seguirti ovunque.

Sei pronto a catturare l’attenzione di tutti? Il tuo pubblico ti attende, non farlo aspettare, contattaci!

Diffondi il verbo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Che ne pensi?

Lasciaci un commento audace.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai ancora qualche minuto?

Dai un’occhiata agli altri articoli.

 

 

Ultime novità Facebook: nuovo layout e addio Like

Ultime novità Facebook: nuovo layout e addio Like

Il nuovo anno è da poco iniziato e già si parla di prime novità su Facebook. Quali saranno i prossimi aggiornamenti che il gigante blu ha in serbo per i suoi utenti? Prima di approfondire queste interessanti news e passarle in rassegna, una per una, possiamo...